1

App Store Play Store Huawei Store

alpe loccia

VALLE STRONA - 02-01-2022 -- Il 2021 si è concluso con gli Auguri per le Feste che ha inviato il Consorzio per il Miglioramento e lo Sviluppo del patrimonio montano dell’alpe Loccia, un ameno alpeggio posto sopra l’abitato di Chesio in valle Strona.
Il referente del sodalizio, Gianni Guidetti, ha espresso i migliori auguri ai tanti alpigiani, turisti ed escursionisti che durante la bella stagione solitamente affollano le strutture dell’alpeggio e la baita ristoro “Maria Cristina”.
Ma, insieme agli Auguri, ha pure lanciato un grido di allarme: “...questi due anni a causa del Covid hanno veramente rappresentato la stagione nera del turismo montano”.
Infatti, sintetizzando ed allargando il discorso si può facilmente convenire che la pandemia abbia spopolato le attività di montagna mentre i costi sono risultati impossibili da ammortizzare.
Nel 2021, infine, le varianti del virus hanno realizzato la goccia che ha fatto traboccare il vaso economico di tanti alpeggi e località montane. Una situazione ancora peggiore dell’anno passato e per cui rende quanto mai necessario ed utile prevedere un’adeguata politica del ristoro.
I piccoli alpeggi cusiani come quelli della valle Strona si poggiano spesso sul volontariato per tenerli aperti ed i ricavi vanno solitamente per il mantenimento e la manutenzione delle strade di accesso, sentieri, segnaletica, se non delle strutture stesse.
Due anni di freno tirato hanno intaccano sensibilmente i risparmi di molti Enti preposti al mantenimento ed alla cura della montagna.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.