1

App Store Play Store Huawei Store

omegna veduta

OMEGNA - 06-10-2021 -- Nel 2022 i cittadini di Omegna saranno chiamati alle urne per le elezioni comunali e già ora nel capoluogo cusiano si respira aria di campagna elettorale.
In una recente conferenza stampa, “Omegna, si cambia!” ha ufficializzato la decisione di correre da sola alle prossime elezioni amministrative e i motivi di questa scelta sono stati ben esplicati in una nota stampa inviata agli organi d’informazione.
Eccola, qui di seguito, nella sua versione integrale.
“Il direttivo   di  ‘Omegna   si   cambia!’ all’unanimità ha deciso di presentarsi da sola alle prossime elezioni comunali del 2022! In questi giorni abbiamo pensato di ufficializzare questa scelta non per cavalcare la crisi dell’amministrazione Marchioni, ma per fare chiarezza una volta per tutte a fronte delle voci che cominciavano a circolare. Per qualcuno saremmo la stampella o il paracadute di questa maggioranza che non c’è più...per altri avremmo già fatto accordi con partiti di centrosinistra o centrodestra...
E allora è meglio essere trasparenti; non faremo da stampella o paracadute a nessuno perché Omegna non ha bisogno di andare avanti zoppicando, ma ha bisogno di camminare verso nuove prospettive di crescita e sviluppo. Omegna non ha bisogno di un paracadute per “cadere piano”, ma ha bisogno di riprendere il volo. Non faremo alleanze o coalizioni con nessuno perché sarebbe innaturale rispetto alla nostra storia e alla nostra idea di come si dovrebbe amministrare una città.
Scelta giusta o sbagliata? Coraggiosa o scellerata? Responsabile o irresponsabile? I giudizi si sprecheranno e ognuno potrà esprimerli come preferisce. Noi crediamo sia una scelta di coerenza! Sappiamo che in politica spesso la coerenza non paga; ma il nostro obiettivo è quello di costruire un’alternativa credibile da proporre ai cittadini sempre più delusi dal solito modo di fare politica. E lo hanno dimostrato anche durante le recenti elezioni perché la stragrande maggioranza delle persone non è andata a votare. D’altra parte anche l’amministrazione Marchioni è stata eletta con il voto di meno della metà degli omegnesi. Qualche motivo ci sarà? O forse più di un motivo...? Correremo da soli non è forse la frase più appropriata perché in effetti non ci sentiamo affatto soli! In questi 4 anni e mezzo abbiamo lavorato al fianco di molta gente che ci ha contattato e coinvolto. Abbiamo ascoltato tutti con attenzione e considerazione e il nostro gruppo è cresciuto. Si stanno avvicinando numerosi cittadini ciascuno con le proprie esperienze, competenze e insieme stiamo già lavorando al programma che presenteremo e condivideremo. Pochi punti ma realizzabili nel giro di 5 anni per dare una svolta e un segnale di cambiamento forte e chiaro. Ci presenteremo per vincere e non solo per provarci. Sappiamo che non sarà facile ma siamo decisi e determinati. In realtà, in un certo senso, abbiamo già vinto! Perché non è scontato che una lista civica, in minoranza e senza l’organizzazione di un partito, sopravviva nel tempo. E invece, grazie al lavoro costante e appassionato dei nostri Consiglieri Mauro Empolesi e Lucia Camera e grazie alla collaborazione di tutti i nostri associati e di tante, davvero tante persone, siamo ancora qua per dimostrare che la nostra non era solo un’invenzione del momento fine a sé stessa, ma un vero e proprio progetto che continua!
Se gli omegnesi crederanno in noi e ci aiuteranno a compiere l’impresa, faremo del nostro meglio nel solo, unico interesse della città. Non dovremo chiedere il permesso alla segreteria di partito o al politico più potente di turno per prendere una posizione forte e chiara su temi delicati, ad esempio come la sanità!   Non dovremo scendere a compromessi per cercare di accontentare tutti per poi scontentare tutti... Al centro del nostro operato ci sarà sempre e solo l’interesse della comunità. La nostra porta è aperta a tutti coloro che vogliono aiutarci a vincere questa sfida; prendiamo le distanze invece dai  partiti non perché ci sentiamo migliori, ma perché i partiti continuano a dimostrare di non essere più una garanzia per una buona amministrazione e per il bene comune.”

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.