1

App Store Play Store Huawei Store

omegna boggiani

OMEGNA -23-09-2021 -- Guido Boggiani a Omegna è forse ricordato dai più per il fatto che in passato gli fosse stata intitolata una nota scuola media; forse i più colti sanno anche che era un pittore e che alcune sue opere si conservano presso il Museo del Paesaggio di Pallanza. Ma quanti sono al corrente del fatto che quest’uomo a soli 26 anni di età si fosse imbarcato per il Sud America, rinunciando a un sicuro successo come artista per andare alla scoperta della sconosciuta tribù dei Caduvei? Davvero insolito, specialmente per un giovane pittore che era stato un promettente allievo di un caposcuola come Filippo Carcano, introdotto poi nei salotti della Roma bene e nei circoli artistici e letterari addirittura da Gabriele D’Annunzio in persona! Ad ogni modo in Sud America il Boggiani fu davvero infaticabile: oltre a realizzare dipinti, fece schizzi e ritratti sugli usi e i costumi degli indigeni, scrivendo anche il testo dell’opera per cui è principalmente ricordato: Viaggi di un artista nell’America Meridionale: i Caduvei. Infine nel 1901 partì alla scoperta di una tribù sconosciuta, ma purtroppo da quella spedizione non fece mai più ritorno. Omegna intende ricordare questa interessante figura di pittore ed etnologo con una conferenza che si terrà domenica 3 ottobre, alle 17, presso il Forum di Omegna. Sarà presente in veste di relatore Maurizio Leigheb, giornalista, scrittore e documentarista televisivo, affiancato dallo storico locale Lino Cerutti, con cui ha curato gli atti del convegno internazionale dal titolo “Guido Boggiani, la vita i viaggi le opere”, che si è svolto a Novara nel marzo del 1985. Come ha evidenziato l’assessore alla cultura Sara Rubinelli «I nostri illustri relatori, che ringrazio, in questo nuovo appuntamento regaleranno alle omegnesi e agli omegnesi un’ulteriore opportunità per conoscere e amare un personaggio così avventuroso che Omegna annovera tra i suoi più illustri concittadini e che speriamo possa essere di esempio ai tanti giovani che attendiamo all’appuntamento».

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.