1

App Store Play Store Huawei Store

diderot rubinelli

OMEGNA - 29-08-2021 -- Oggi, domenica 29 agosto, ci sarà l’ultimo appuntamento del “Salotto di Diderot”, importante momento culturale di dialogo nella città e per la Città di Omegna inserito nel programma dei festeggiamenti in onore di San Vito.
In questo 2021 il tema conduttore dei quattro appuntamenti del “Salotto di Diderot” è stato quello della bellezza e, come nelle passate edizioni, esperti di aree diverse, ma di interesse generale hanno approfondito questo argomento da punti di vista differenti in un dialogo a più voci in cui anche il pubblico ha avuto modo di interagire coi relatori.


Il format, ideato dall’assessorato comunale alla Cultura guidato da Sara Rubinelli in occasione della 116° festa di San Vito svoltasi nel 2019, anche quest’anno ha rappresentato un’interessante occasione di approfondimento e di confronto per la crescita e il miglioramento sia individuale sia sociale.


La serie di incontri si è aperta sabato 21 agosto con un intervento a due voci su Dante Alighieri di Simone Fornara e don Gianmario Lanfranchini; il giorno successivo -domenica 22 agosto- un’interessante tavola rotonda dedicata al tema della buona politica ha visto dialogare tra loro Alessandro Canelli (sindaco di Novara),Marco Curto (sindaco di Montegrosso d’Asti), Paolo Marchioni (sindaco di Omegna),Silvia Marchionini (Sindaco di Verbania) ed Emanuele Ramella Pralungo (sindaco di Occhieppo Superiore e vice-presidente della provincia di Biella); ieri -sabato 28 agosto- con il Vescovo di Novara Mons. Franco Giulio Brambilla si è parlato di arte e fede, bellezza del mondo e splendore divino e infine oggi -domenica 29 agosto- si dialogherà con Andrea Bocchiola sul tema: “Le Alpi, il sublime e il selvatico. Conversazione sulla ‘difficile’ bellezza della montagna”.
Ogni anno il “Salotto di Diderot” si presenta al pubblico come un’occasione per vivere la cultura e per lasciarsi incantare dal fascino dell’incontro di pensieri diversi che, senza retorica alcuna, rappresenta un’opportunità per creare relazione, arricchire e stimolare l’animo umano in un’esperienza di condivisione.


A condurre tutti gli appuntamenti nel “salotto” di piazza Don A. Beltrami l’assessore Sara Rubinelli alla quale abbiamo chiesto una riflessione su questo evento culturale dall’indubbia valenza sociale che oggi vivrà il suo ultimo appuntamento.

 

r.a.

 

La fotografia di copertina si riferisce al “Salotto di Diderot” di sabato 28 agosto; a partire da sinistra don Gianmario Lanfranchini, l’assessore Sara Rubinelli, Mons. Franco Giulio Brambilla e don Luca Longo.

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.