1

App Store Play Store Huawei Store

OmegnaCalcio rimaptriata quarna

QUARNA SOPRA- 10-06-2017- Una rimpatriata nel verde guardando Omegna dall’alto, quasi a non volerla disturbare. Più di quarant’anni dopo gli ex giocatori di quell’Omegna Calcio “che era passata dalla serie D alla C”- quando ancora la C era serie unica e non divisa in C1 e C2- si sono dati appuntamento per un momento conviviale proprio a Quarna, il luogo che li ospitò per anni nei loro ritiri estivi. Nell’area belvedere, ex “tiro al piattello” oggi si sono ritrovati per un pranzo, con le foto d’epoca, in cui svettano atletici e con i capelli neri e il loro pallone originale, recuperato da Nicola Binda, giornalista della Gazzetta dello Sport, che da bambino seguiva ogni loro mossa, da tifoso sfegatato. L’albergo “Belvedere” ( dove oggi ha sede il centro si spiritualità Mandali) li ospitava in estate, negli anni “d’oro” ovvero dal 1976 al 1984. Indossavano la maglia a strisce rossonera in quegli anni: Bruno Bacchetta, Claudio Cassando, Gianni Colombo (primo portiere) Ilario Minati, Pasquale Corbetta, Gianfranco Ghezzi, Angelo Martines, Marco Marongiu, Pierantonio Morea, Daniele Signorotto, Eugenio Sista (secondo portiere).  Oggi non tutti erano presenti anche perché non tutti risiedono a Omegna. C’era però il loro allenatore, Diego Zanetti, proveniente da Borgomanero, il loro presidente, Mimmo Cane e il segretario Gianni Bracchi. L’idea di ritrovarsi è venuta a Corbetta, che da qualche anno risiede a Quarna. E’ stata apprezzata da tutti; diversamente non si vedono mai pur essendoci mille mezzi di comunicazione, rispetto ai gloriosi anni 70. Nel 2006, per i 100 anni dell’Omegna Calcio 1906, si sono ritrovati allo stadio Liberazione di Cireggio- che ben si vede dal “Belvedere”- per una partita. Adesso però non avevano più voglia di mettersi a giocare. Sono consapevoli di aver segnato un’epoca nella storia dell’Omegna Calcio ma non ne fanno troppa propaganda. Per Cane e Zanetti, il calcio è diventato troppo veloce.  “I calciatori corrono troppo e non tutti hanno il piede necessario per giocare”- raccontano. Gli allenatori? “Dovrebbero essere persone che hanno giocato a calcio meglio se in serie A e se centrocampisti, come Capello ad esempio, perché hanno qualche elemento in più. Solo Sacchi fu un’eccezione-ha detto Cane, rispolverando i ricordi. Non basta capire di calcio per fare l’allenatore. Io non ero un granché come calciatore ma per fare il presidente devo la mia preparazione a Giancarlo Danova. Giocava nel Milan, con Rivera. Era di Lodi e venne a Omegna a giocare tra il 1972 e il 1973. Da lui ho capito cos’era il calcio”.  Tra i ricordi spunta sempre volentieri lo spareggio, partita giocata a Novara il 6 gennaio del 1976 allo stadio “Piola” (inaugurato qualche mese prima) con il Biellese. Fu la goccia che fece traboccare il vaso che conteneva la voglia di riscatto, che fece dire al presidente Cane: “L’anno prossimo vinceremo noi”. E nel 1977 vinsero il campionato. Allora Omegna, città industriale, viveva bene, sulla scia di quel boom economico scoppiato negli anni 60. E amava questa squadra di calcio che riempiva puntualmente lo stadio “Liberazione” con pullman carichi di 300/400 persone che alla domenica mattina si mettevano in viaggio per raggiungere le varie mete facendo  a botte con gli avversari, se serviva. Ma erano calci o pugni “genuini”, come ricordano Cane e Zanetti, figli di una sana rivalità tra le squadre, senza coltelli e senza altre armi contundenti. Memorabile, al ritorno dallo spareggio con il Biellese, le botte date e prese a Borgomanero, in un bar sulla statale, poco dopo il ponte sull’Agogna con gli omegnesi che, numerosi, scesero dai pullman per rispondere allo sfottò dei borgomaneresi, da sempre rivali nel calcio. Il bar venne distrutto, i pullman ripartirono con i tifosi ammaccati ma felici. Non vi furono interventi delle forze dell’ordine e tutto rimase tra i ricordi. Oggi, invece, la notizia riempierebbe le cronache dei giornali (e non solo locali) per più giorni.  (l.p.)

Video intervista Zanetti- Cane: https://youtu.be/WgtgJkZRLqs

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.