1

borgomanerese anno 2015
AMENO - 21.10.2015 - È il professor Carlo Carena,

novant'anni il prossimo 1° novembre, da 11 consigliere della fondazione “Achille Marazza”, residente ad Ameno, il “Borgomanerese dell'anno” 2015. Il premio, intitolato alla memoria del benefattore Giovanni Pennaglia, è giunto alla 27ª edizione. "Insigne studioso, docente di lettere italiane, latine e greche e di storia dell’arte, Carena - così si legge nella motivazione del riconoscimento - ha tradotto e curato innumerevoli testi soprattutto per Einaudi". Ha ricevuto i premi “San Gerolamo” e “Grinzane Cavour” e quello nazionale per la traduzione del Ministero per i beni culturali e ambientali. "Uomo di grande cultura, nonostante da anni risieda in un angolo suggestivo del lago d’Orta - ha aggiunto il presidente della giuria Carlo Panizza - non ha mai smesso di amare la “sua” Borgomanero".

Una menzione d'onore è stata assegnata, in occasione del novantesimo di fondazione, alla “Trattoria del ciclista” di via Rosmini, "tempio della cucina tradizionale borgomanerese e sede dell’”Antica Cunsurtarija dal Tapulon”". È stato nel 1925 che i fratelli Giovanni e Nazzaro Mora di Santa Cristina, dopo aver fatto una discreta fortuna come minatori in Francia, acquistarono da Ernesto Licht, detto “Ciapòn”, un negozio di carne equina e un ristorante che è ora gestito da Maria, figlia di Nazzaro, coadiuvata dai figli Tiziano e Sergio e dalla sorella Armanda. Una targa della presidenza è stata invece attribuita alla Caritas parrocchiale "quale tangibile segno di riconoscenza per l’amorevole impegno profuso con i suoi volontari a favore degli ultimi in un periodo contrassegnato da tante criticità".

borgomanerese_anno_2015_due.jpgborgomanerese_anno_2015_quattro.jpgborgomanerese_anno_2015.jpgborgomanerese_anno_2015_tre.jpg

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.