1

latte munto
ARMENO - 14.10.2015 - Stop alle parole a vuoto

e alle strumentalizzazioni, e più attenzione ai problemi del comparto del latte e della zootecnica: è la richiesta che gli allevatori delle province di Novara e Verbania hanno formulato nei giorni scorsi in occasione della mostra zootecnica di Armeno. "Il Mottarone - è stato ribadito - è il fulcro di un'area caratterizzata da una zootecnia d’eccellenza: dalla pianura alle Alpi si producono formaggi di tradizione, identitari del territorio e risorsa per un turismo ad ampio raggio. Il futuro, però, è in discussione, perché non basta la buona volontà dei giovani a garantire longevità alle imprese: il nostro settore soffre e occorre sostenerlo, a partire dalla scelta di utilizzare il latte made in Novara e Vco per produrre i formaggi che portano in Italia e nel mondo il nome delle nostre terre". Federico Boieri e Gian Carlo Ramella, presidente e direttore della Coldiretti interprovinciale, hanno raccolto queste istanze: "Ci dev’essere attenzione verso un territorio che mantiene viva la tradizione dell’allevamento delle razze Pezzata Rossa e Bruna Alpina, oltre alla Piemontese: una duplice vocazione da latte e da carne che, nelle due province, si articola in produzioni di grande qualità".

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.