1

App Store Play Store Huawei Store

rodari 1

OMEGNA - 24-10-2021 -- Nella giornata di sabato 23 ottobre, in occasione del 101esimo anniversario dalla nascita di Gianni Rodari a Omegna, sua città natale, si è svolta l’inaugurazione ufficiale del museo a lui dedicato.
Quella vissuta ieri nel capoluogo cusiano è stata una mattinata molto intensa, felice, gioiosa…una mattinata semplicemente bella -nell’accezione più nobile, ricca e pura del termine- in cui un’intera città ha omaggiato il grande maestro Rodari.
Lui, Rodari, è stato un meraviglioso intellettuale a tutto tondo, un brillante giornalista e uno scrittore attento agli sviluppi della letteratura contemporanea, lui ha inventato un nuovo modo di guardare il mondo usando in maniera geniale gli strumenti della parola, del gioco e della fantasia e ciò che Rodari è stato in grado di esprimere e diffondere è quasi una poetica che ancora oggi è molto amata e straordinariamente attuale. 
Ecco che proprio a lui, al grande maestro, Omegna ha dedicato un museo intitolato “Una fantastica storia”,  che ieri è stato inaugurato ufficialmente alla presenza di tante autorità.
Concepito come un’esperienza multimediale, coinvolgente, immersiva e accessibile a tutti, il museo Rodari sembra avere la capacità prendere per mano il visitatore per condurlo alla scoperta di un percorso narrativo inedito sulla vita e sulla poetica rodariana; all’interno degli spazi espositivi di via Carrobbio tutto parla: di Rodari, della sua vita, delle sue opere, di Omegna, della sua storia industriale, delle sue peculiarità e di tanti luoghi del Cusio cari a Rodari.
Ieri dopo il taglio del nastro i primi ad entrare nel nuovo museo sono stati i bambini ed è stato bellissimo assistere alla loro visita: occhioni spalancati, espressioni di meraviglia e manine che si muovevano curiose alla ricerca di quegli elementi magici e fantastici che, sia per i piccoli sia per i grandi, aprono le loro porte su un mondo vivo tutto da scoprire.
Visitare il museo di Omegna è una vera e propria esperienza:  ci sono pannelli illustrativi, videoproiezioni digitali, installazioni…tante occasioni di cultura, conoscenza e approfondimento che non sono lì solo per essere ammirate ma che richiedono espressamente di essere vissute toccando, giocando e ascoltando…
Soddisfatti ed emozionati gli amministratori comunali che hanno sempre creduto con costanza, passione ed entusiasmo in questo progetto che non è assolutamente un punto di arrivo ma un importante punto di partenza per nuovi progetti atti a valorizzare sempre più la vocazione culturale e turistica della città.
Ieri, in occasione della cerimonia d’inaugurazione, non hanno nascosto la loro gioia il sindaco Paolo Marchioni e l’assessore alla Cultura Sara Rubinelli che, sempre affiancati da un team di grandi professionisti e con l’importante contributo di Fondazione Cariplo, hanno concretizzato  dopo anni di impegnativo lavoro il loro sogno di consegnare alla città, e più in generale al mondo culturale, un museo dedicato al papà indiscusso della letteratura per bambini e ragazzi.
Ora non resta che visitare il   www.museorodari.it, prenotate la visita e lasciarsi sorprendere dalla bellezza della fantasia rodariana.

r.a.

 

 

 

rodari_2.jpgrodari_1.jpegrodari_4.jpgrodari_3.jpgrodari_6.jpg

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.