1

App Store Play Store Huawei Store

omegna coq

OMEGNA - 28-07-2021 -- Lunedì 26 luglio si è svolta la riunione dei sindaci del Distretto Sanitario del Cusio, un incontro importante per fare il punto sul tema della sanità del territorio.


Augusto Quaretta, sindaco di Quarna Sopra e componente della Rappresentanza dei sindaci dell'ASL VCO, affida ad una nota stampa il suo commento su questa recente riunione: “Lunedì 26 luglio, al Forum di Omegna si è tenuto l’incontro dei Sindaci del Distretto Sanitario del Cusio che avevo chiesto al sindaco Marchioni di convocare e che ringrazio per averlo fatto in tempi relativamente brevi. Era da quasi due anni che non ci si trovava...
Oltre ai sindaci, presenti la Direzione Generale ASL al completo e i responsabili dei servizi e dei dipartimenti più coinvolti nella campagna vaccinale e nella gestione dell’emergenza sanitaria.  E’ stata l’occasione per ascoltare la relazione della Dr.ssa Serpieri sulla situazione attuale, sulle prospettive di riorganizzazione delle attività territoriali, e degli di investimenti previsti per le Case della Salute, Case di Comunità e Ospedale di Comunità.
Ovviamente è stata l’occasione anche per cercare di fare un po' di chiarezza su Punto di Primo Intervento e declassamento del 118. La Direzione Generale ha confermato di continuare a lavorare affinché si possa riaprire il Punto di Primo Intervento al più presto, “esternalizzando” la gestione del servizio. La nuova ipotesi è quella di riaprire a metà agosto! E l’idea è di poter trovare un accordo  per stabilizzarne l’apertura per più anni.  Credo sia doveroso dare un segnale forte e chiaro che inverta la tendenza al ribasso per Omegna e il Cusio; certe necessità dei cittadini devono e possono essere trattate, almeno fino a un certo livello senza dover andare a Verbania o Domo ad esempio per una slogatura, una   bruciatura, la rimozione di  una  zecca, piccoli traumi e molti altri bisogni assolutamente trattabili in un PPI.
Altra questione spinosa è il declassamento del 118 che ha di fatto lasciato senza ambulanza medica Omegna; abbiamo appreso che l’alternanza della presenza dell’ambulanza (una settimana a Omegna e l’altra a Gravellona Toce) non è mai stata attuata! Si era impegnato a tal proposito il consigliere regionale Preioni  che ringrazio e che invito ancora   una   volta   a   voler   verificare  come   sia   possibile   che   gli   impegni   presi   dai responsabili   del   118   siano   stati   disattesi   e   dimenticati,   senza   darne   alcuna comunicazione. Inoltre, mi auguro il consiglio comunale di Omegna, durante il quale mi risulta saranno discussi un paio di documenti proposti da “Omegna si cambia!” e da alte forze della maggioranza (Fratelli d’Italia), riesca a  trovare quel senso di unità che dovrebbe ritrovare tutto il Cusio…"

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.