1

comune omegna

OMEGNA - 18-05-2020 -- La Giunta Marchioni

ha approvato a Omegna, su proposta dell’assessore comunale al Commercio Mattia Corbetta, un ampliamento gratuito dell’occupazione del suolo pubblico, tramite dehor, estendendo la medesima anche ai bar e ai ristoranti che prima dell’emergenza sanitaria in atto ne erano sprovvisti.

Obiettivo: compensare la ridotta capacità ricettiva causata dal rispetto delle misure di “distanziamento sociale” imposte per arginare il rischio da COVID-19 con una misura di valenza eccezionale e temporale.

"Il nostro primo pensiero è andato agli esercizi costretti a una chiusura forzosa, che ha messo a dura prova la tenuta economica del sistema paese – ha spiegato Corbetta –. Da qui la volontà di introdurre procedure amministrative semplificate su tutto il territorio comunale per consentire un adeguato ampliamento nello spazio antistante sia i locali che già dispongono di dehors sia di coloro che, pur somministrando alimenti e bevande, a oggi non ne usufruiscono".

Il tutto in considerazione della viabilità pedonale e veicolare, nel rispetto delle proprietà e attività contigue, nonché di eventuali operazioni di soccorso e dell’organizzazione di eventi pubblici, ed entro i limiti dei posti a sedere preesistenti.

Come richiedere spazi aggiuntivi o nuovi spazi

Gli esercizi interessati all’utilizzo degli spazi aggiuntivi ai propri dehors e gli esercenti interessati all’utilizzo di nuovi spazi dovranno presentare la propria istanza compilando il modulo reperibile sul sito del Comune.

Le domande dovranno essere corredate da 2 marche da bollo da 16 euro ciascuna (una per l’istanza, una da apporre sull’autorizzazione eventualmente rilasciata).

Il tutto potrà essere inviato via PEC (Posta Elettronica Certificata) al Comune di Omegna – Ufficio Attività Produttive e Commercio all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. (premurandosi comunque di far pervenire in orario di ufficio – dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle ore 12, e il lunedì e il mercoledì dalle ore 15 alle ore 17, presso l’Ufficio Attività Produttive situato in Via De Angeli 109 - le due marche da bollo richieste); oppure presentandosi direttamente allo Sportello sempre negli orari e presso l’Ufficio sopraindicato.

In entrambi i casi, le domande dovranno allegare: documento di identità valido, una planimetria con le misure e il consenso delle eventuali proprietà/attività contigue.
Le domande pervenute verranno valutate dagli uffici preposti, che applicheranno l’istituto del “silenzio assenso” stabilito in dieci giorni lavorativi dalla presentazione dell’istanza.
"Si ricorda che, coloro che verranno autorizzati, potranno prevedere all’occupazione del suolo pubblico tramite tavolini, sedie, ombrelloni ma non strutture fisse, sia su stalli della sosta liberi o a pagamento – è l’ulteriore puntualizzazione dell’assessore Corbetta –. Sempre gli esercenti avranno la responsabilità di osservare e far osservare gli oneri alla sicurezza e all’igiene dei luoghi di lavoro, nonché le misure straordinarie di contenimento della diffusione dell’epidemia da Coronavirus, pena la revoca immediata dei permessi in deroga". (c.s)

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.