1

Alessi

OMEGNA - 11-02-2019 - E' stata approvata

questa mattina dalle assemblee dei lavoratori Alessi, l'ipotesi di accordo contrattata tra sindacati e azienda nei giorni scorsi dopo la dichiarazione aziendale che prevede la necessità di riorganizzare e ridurre l’organico per i motivi strutturali di crisi aziendale. Restano gli 80 esuberi sulla cui gestione continuano le trattative. 280 i dipendenti coinvolti in una Cassa Integrazione Straordinaria per crisi a rotazione.
Dal comunicato del sindaco unitario emerge "l’impegno a iniziare in tempi stretti la discussione al fine di costruire un piano sociale di gestione utilizzando ogni strumento possibile per la migliore gestione del piano stesso", così come la "verifica e attuazione di percorsi di ricollocamento".
L'accordo verrà ratificato mercoledì 13 febbraio in Regione con le relative integrazioni che emergeranno eventualmente nell'incontro all'assessorato al Lavoro. Ricapitolando: "La cassa integrazione straordinaria andrà dal dal 15 febbraio al 15 dicembre 2019 - spiega il segretario di Fim Cisl, Iginio Maletti -. E dopo il tavolo in Regione, venerdì 15, in associazione industriali comincia la partita per gli 80 esuberi che nei 10 mesi di cassa verranno gestiti in maniera soft. In autunno cominceremo a fare i conti", conclude il sindacalista.
 

L’azienda, infine, anticiperà le quote di provvidenza dell’ammortizzatore alle normali scadenze e sarà utilizzato un piano di gestione a rotazione tra i lavoratori, che sarà oggetto di confronto mensile con le RSU.

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.