1

Omegna dalla nigoglia

OMEGNA- 10-12-2018- Il gruppo "Omegna, si Cambia!" attraverso un Comunicato Stampa esprime alcune perplessità in merito alla posizione della città di Omegna e la sua mancata presenza all'interno degli uffici turistici. "Siamo stati colpiti- si legge nel comunicato- e attratti da un articolo comparso recentemente su alcuni organi d’informazione. Già il titolo risultava interessante: “Gli uffici turistici delle principali località passano al Distretto” e si spiegava che 10 uffici Iat diventeranno di competenza del Distretto, prevedendo di poter garantire “maggior efficienza e più contributi dalla Regione...”. Abbiamo quindi letto l’elenco delle località interessate da questa piccola “rivoluzione” e sorpresa….Omegna non c’è !! L’ufficio di Omegna sarebbe destinato ad essere considerato “...un semplice infopoint che continuerà ad a occuparsi di accoglienza turistica paragonato a quelli di contesti più piccoli e con mezzi minori...”. E questo anche perché il nuovo regolamento regionale indica alcuni criteri precisi per riconoscere la bontà di un ufficio turistico: “ampiezza degli uffici, bellezza, orari elastici,personale che parla lingue,rappresentatività del territorio...”

Senza entrare nel merito del regolamento, qualcosa non ci quadra; Omegna è o non è il capoluogo del Cusio? Continua o no a coltivare l’idea di una vocazione turistica vera? Non è sufficientemente rappresentativa del territorio e di conseguenza scarsamente considerata?

Forse è vero che l’attuale ufficio presenta alcuni limiti strutturali, ma riteniamo che poteva e potrebbe essere l’occasione di riorganizzarlo e ripensarlo anche in vista delle maggiori entrate provenienti dalla Regione Piemonte e di ciò che verrà...

L’anno prossimo Omegna sarà Città Europea dello Sport, partiranno varie iniziative dedicate a Gianni Rodari, si sbloccheranno progetti di riqualificazione e abbellimento...ma rischiamo di essere considerati “minori e non sufficientemente rappresentativi del territorio...”

Ci lasciano perplessi anche alcune dichiarazioni via social dell’assessore al turismo secondo il quale “nulla cambia rispetto al passato, solo il nome..”

Riteniamo che i cittadini eleggano gli amministratori affinché le cose possano cambiare e migliorare, ma forse ci sbagliamo almeno secondo il pensiero dell’assessore…

Ci domandiamo se anche il Sindaco concorda con il principio “tanto non cambia niente...”?? Una città che guarda al futuro non dovrebbe accontentarsi mai !!

I nostri consiglieri Mauro Empolesi e Lucia Camera porteranno la questione all’attenzione del Consiglio Comunale".

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.