1

maffioli franco

LOREGLIA – 14.10.2018 – Il ricordo che lascia

dietro di sé è quello di una persona umile e laboriosa, altruista e gentile, che ha speso tante energie della sua vita a favore della comunità. Era grande l’amore che Franco Maffioli nutriva per la piccola Loreglia – una comunità con meno di 250 anime – e per la Valle Strona, terra di montagna “svantaggiata” per il cui benessere e sviluppo è richiesta una notevole tenacia. Quella tenacia che Maffioli, ex dipendente delle cartiere Binda scomparso ieri all’età di 88 anni, ha dimostrato nei due mandati in cui è stato sindaco di Loreglia (dal 1995 al 2004) e nei quasi vent’anni in cui ha ricoperto l’incarico di consigliere comunale, soprattutto nei tanti progetti sostenuti e avviati, come la circonvallazione, il nuovo acquedotto, ma anche per la creazione della Cassa rurale della Valle Strona.

Numerosi gli attestati di cordoglio e d’affetto che in queste ore raggiungono la moglie Elsa e il figlio Gottardo. Come quello dell’ex presidente del Consiglio regionale Valerio Cattaneo, che lo definisce “una persona d’altri tempi, un galantuomo, un amministratore attento al suo territorio e alla sua gente come purtroppo oggi non ce n’è più – racconta –. È stato un esempio da seguire. Loreglia e non solo ne sentiranno la mancanza. Personalmente conserverò i bei ricordi delle tante occasioni in cui ho avuto modo di incontrarlo, in veste istituzionale e non, come sindaco e come persona”.

L’ultimo saluto a Maffioli, sindaco gentiluomo, sarà domani alle 15 nella chiesa parrocchiale loregliese.

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.