1

pettenasco alpini ottobre 2018

PETTENASCO- 04-10-2018- Si è svolta domenica 30 settembre a Pettenasco la festa che la Sezione ANA Cusio-Omegna, in collaborazione con il Gruppo di Pettenasco, ha organizzato per ricordare il 146° anniversario di costituzione delle Truppe Alpine e l’ 85° anniversario di costituzione del Gruppo Alpini di Pettenasco. Quella di domenica è stata una giornata particolarmente intensa e pregna di significato, è stato davvero emozionante vedere il comune cusiano “invaso” da tante Penne Nere. Il Gruppo di Pettenasco, che in questo 2018 festeggia l’85° anniversario di fondazione, è molto ben affermato sul territorio grazie alle innumerevoli iniziative che ha svolto e che continua a svolgere a favore del territorio e della gente.

Sempre presenti, sempre attivi, sempre disponibili,eccoli gli Alpini! Espressione pura di un’alta coscienza umana e civile da tutti riconosciuta e apprezzata, gli Alpini fanno nascere dal ricordo dei sacrifici compiuti in tempo di guerra, autentiche e concrete testimonianze di pace, di aiuto e di sostegno.

La mattinata di domenica è cominciata con il ritrovo in Piazza Unità d’Italia, poi la sfilata per le vie del paese, gli omaggi floreali ai monumenti e la Santa Messa celebrata da don Giuliano Ruga. Al termine della funzione religiosa, le varie autorità -tantissime quelle presenti, a nominarle tutte si rischierebbe di dimenticare qualcuno- hanno espresso un loro pensiero, un saluto e un grazie agli Alpini per quello che ormai da quasi un secolo (nel 2019 l’Associazione Nazionale Alpini festeggerà i 100 anni della propria costituzione) fanno con costanza e generosità in ogni occasione di bisogno. Oltre a ciò la consegna dei riconoscimenti. Il sindaco di Pettenasco Franco Sartirani ha fatto gli onori di casa e ha sottolineato come il Comune di Pettenasco sia sempre stato e sia ancora lieto di accogliere gli Alpini e loro siano sempre i benvenuti: “…con Voi si respira aria fresca e pulita…” ha commentato sindaco del comune cusiano. Per la Provincia di Novara era presente il consigliere Laura Noro e per la Regione Piemonte c’era il vice presidente Aldo Reschigna che ha incentrato il suo intervento sul senso del servizio degli Alpini e relativamente alla giornata di festa ha detto: “Stiamo vivendo una bella giornata, in queste manifestazioni viene fuori tutto quello che viene espresso durante tutto l’anno.” Molti altri interventi si sono susseguiti, quello di Euridio Repetto, presidente dell’Associazione Nazionale Alpini Cusio – Omegna, è stato particolarmente appassionato e profondo, il presidente con un coinvolgimento che ha fatto venire i brividi tanto era intenso, ha ben focalizzato l’attenzione sulla figura dell’Alpino, ha fatto un focus preciso e puntuale sui giorni nostri e in particolare ha parlato della data del 4 Novembre, la Giornata dell'Unità Nazionale e delle Forze Armate, una festa che è stata soppressa e oggi, purtroppo, in molti hanno perso e stanno perdendo il significato di questa giornata .

Molte, moltissime, come detto, le autorità presenti, ogni intervenuto ha portato a Pettenasco parte di sé ed è stato toccante sentire quanto affetto e stima le Istituzioni provino nei confronti degli Alpini. Sentimenti reciproci perché anche i rappresentanti degli Alpini hanno ben evidenziato quanto loro siano sempre stati e siano ancora a fianco delle istituzioni; in maniera garbata, rispettosa e mai urlata gli Alpini sono sempre fra i primi a intervenire in caso di bisogno con umiltà con senso del dovere. Dopo gli interventi delle autorità, c’è stato un altro momento particolarmente toccante, quello durante il quale sono state consegnate le offerte raccolte dai Gruppi Sezionali in occasione della “Giornata della Solidarietà” svoltasi lo scorso mese di maggio, giornata in cui le Penne Nere si sono adoperate, attraverso la distribuzione delle stelle alpine, per la raccolta di fondi da devolvere a persone bisognose o a enti di solidarietà che sono presenti sul territorio.

A Federico, un bambino di Gravellona Toce, sono stati donati 2.700€ e alla sig.ra Sabrina di Gozzano è stata consegnata la somma di € 6.300. Erano presenti i famigliari del piccolo Federico e anche quelli della sig.ra Sabrina; Mario, il fratello di Sabrina, ha preso la parola per ringraziare gli Alpini per questo grandissimo “regalo”e sentendo le sue parole così naturali e cariche di affetto e riconoscenza è stato impossibile non commuoversi. All’Artigliere Alpino Marino Ragazzi del Gruppo Alpini di Sovazza è stato consegnato, nell’ambito del “Premio Fedeltà alla Montagna e all’Ambiente”, un riconoscimento particolare che premia chi con impegno e passione, si adopera quotidianamente per la conservazione e lo sviluppo delle attività agro-pastorali e dell’ambiente in cui queste vengono svolte. Domenica sono stati anche premiati i ragazzi della Terza A dell'I.C. di Omegna-Cireggio, scuola secondaria di primo grado, plesso di Strona (VB) che, guidati dal prof. Scatamacchia, hanno partecipato al concorso “Milite …. non più ignoto”, indetto dall’Associazione Nazionale Alpini per ricordare i cento anni dalla fine della Grande Guerra. A ritirare questo premio c’erano il prof. Christian Scatamacchia e due studentesse. Gian Mario Lavarini, capogruppo delle Penne Nere di Pettenasco, era emozionatissimo in occasione della Festa Sezionale di domenica e, se possibile, si è commosso ancora di più quando è stato conferito un riconoscimento al suo papà Luigi, classe 1925. Il sig.Luigi ha ricevuto un encomio come socio più anziano. Alla manifestazione di domenica ha partecipato il Coro ANA Stella Alpina di Berzonno e ha prestato servizio il Corpo Musicale del Mottarone, non presenze di contorno le loro, ma parte bella e viva di una giornata di festa che ha lasciato un segno indelebile nelle menti e nei cuori dei tanti che hanno voluto esserci per fare festa con e per gli Alpini.

r.a.

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.