1

CONFERENZA FORUM

OMEGNA- 10-02-2018- A conferma del ruolo di partner privilegiato che il Comune di Omegna ricopre nei confronti di Fondazione Maio, si è svolta stamane nella Sala Giunta di Palazzo di Città una conferenza stampa per la presentazione della serata pubblica indetta per venerdì 16 febbraio dalla medesima Fondazione culturale.

Come sottolineato da Alberto Poletti, Direttore della realtà nata per gestire Forum e Parco Rodari: “Sarà per noi l’occasione di rendicontare alla cittadinanza, alle amministrazioni, alle scuole, agli imprenditori e agli organi della stampa che interverranno il ricco elenco delle attività svolte nel 2017 e per presentare l’altrettanto importante programma per il 2018 appena iniziato”.

Per Sara Rubinelli, Assessore alla Cultura del Comune di Omegna, si è trattato, invece, di ribadire nuovamente “l’apprezzamento di tutta l’Amministrazione che qui rappresento per il lavoro svolto da Fondazione Maio, che mostra una progettualità estremamente chiara, che non si limita ai prossimi mesi ma sta già guardando a Rodari 2020, che per Omegna rappresenterà un evento di rilevanza nazionale”.

Con soddisfazione, Tarcisio Ruschetti, Presidente della Fondazione Maio, ha ricordato che la Fondazione è anche l’unico soggetto, insieme alla Parrocchia cittadina, per il quale Fondazione Cariplo non ha ritirato il finanziamento previsto con “Il Borgo della Comunità Progetto Emblematico” per i lavori di rifacimento della copertura della struttura e dell’annesso parcheggio, così come per il rifacimento del tetto del vicino edificio che ospita la Ludoteca e la Biblioteca comunale. “I 150.000.000 euro provenienti dal finanziamento confermato da Fondazione Cariplo, dal Comune di Omegna e, in parte, dal nostro stesso Ente, sono stati impegnati e rendicontati in tempi davvero rapidi, tanto da meritare i complimenti della stessa Fondazione Cariplo, il cui investimento ha pesato per ben 86.000 euro. Mi auguro che questa ennesima conferma convinca anche chi, in passato, ha messo in dubbio le nostre capacità di gestire anche progetti di questa portata, pur trattandosi a tutti gli effetti di una fondazione culturale”.

E di cultura si parlerà, invece, nella serata di venerdì 16 febbraio, quando tutti i riflettori si accenderanno, in maniera volutamente spettacolare, su un ricco parterre di eventi corredato da ospiti illustri sui quali, però, Fondazione Maio mantiene per ora il massimo riserbo.

 

 

 

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.