1

sabrina proserpio

OMEGNA- 02-02-2018– Attenta a limitare a un numero considerato “accettabile” la presenza sul nostro territorio di cittadini stranieri richiedenti asilo, l’Amministrazione Comunale ha dato seguito alla promessa pronunciata in campagna elettorale rendendo effettiva la chiusura definitiva del centro profughi aperto a inizio 2016 sotto l’allora Giunta Mellano, presso le ex Scuole Elementari di Crusinallo.

A un giorno di distanza dalla presunta fuoriuscita dei 35 immigrati che qui hanno trovato una sistemazione temporanea sotto la tutela della Cooperativa Versoprobo di Vercelli, l’Assessore alle Politiche Sociali, Sabrina Proserpio, si è recata presso la struttura per effettuare un opportuno sopralluogo.

“Al di là della indicibile sporcizia che abbiamo documentato fotograficamente – ha sottolineato l’Assessore – in occasione dell’ispezione condotta con il Vice Sindaco di Omegna, Stefano Strada, e due agenti della Polizia Locale, mi sono ritrovata di fronte a un ragazzo trentunenne della Costa d’Avorio, che ha dichiarato di essere stato lasciato lì dai referenti della Cooperativa Versoprobo”.

Chiarita la posizione sul territorio italiano del cittadino ivoriano, che ha prontamente esibito alle Forze dell’Ordine presenti i propri documenti di identità e il relativo permesso di soggiorno, l’Amministrazione Comunale si è immediatamente spesa per rintracciare una opportuna collocazione temporanea, telefonando al Commissariato di Polizia, alla Questura di Verbania e ai referenti della Versoprobo.

“Di fronte alla risposta “non è un problema nostro” – ha puntualizzato l’Assessore Proserpio – mi sono preoccupata di individuare un alloggio temporaneo grazie all’unico ente che si è reso fattivamente disponibile. E per questo esprimo piena gratitudine a Don Ezio Manini della Caritas di Omegna”.

In attesa di definire ulteriormente la situazione, il Sindaco di Omegna, Paolo Marchioni, ha convocato questa mattina il Dirigente del Commissariato di Polizia, Mauro Patera, al quale è stato esplicitamente richiesto di intensificare le azioni di controllo sul territorio affinché non si verifichino altre situazioni del genere sul nostro territorio o vengano abusivamente occupate abitazioni fatiscenti e altrettanto pericolose per coloro che, per disperazione, vi cercano riparo.

“Sono sinceramente rimasta colpita dalla dignità espressa dal giovane che mi sono trovata di fronte – ha concluso l’Assessore alle Politiche Sociali –. Spaventato e desideroso di affidarsi a qualcuno in grado di fornirgli anche solo una certezza temporanea, mi ha salutato ringraziandomi per non averlo abbandonato. Personalmente, l’Assessorato che mi è stato assegnato e che mi onoro di ricoprire, mi sta facendo toccare con mano, ogni singolo giorno, un livello di povertà e disperazione che qualcuno all’opposizione dovrebbe toccare con mano, prima di riempirsi la bocca con proclami populisti da campagna elettorale”.

La Cooperativa Versoprobo avrà 15 giorni di tempo per provvedere alla pulizia dei locali della struttura di Crusinallo. Nel frattempo, chiunque cerchi di entrarvi sarà denunciato per occupazione abusiva di immobile comunale.

 

 

 

 

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.