1

fratelli italia songa

OMEGNA- 20-12-2017- Sta infiammando la vita politica degli ultimi giorni, con botta e risposta tra Mauro Empolesi e Luigi Songa, l'Ordine del Giorno presentato nell'ultimo Consiglio Comunale da Fratelli d'Italia. Di seguito lo riportiamo integralmente: "Preso atto che ormai da parecchio tempo è in corso nel nostro territorio un'ampia discussione sulla situazione sanitaria, i presidi ospedalieri e il riordino generale della questione, inoltre prendiamo attoche nello stesso tempo abbiamo riscontrato un progressivo depauperamento dei servizi sia Ad Omegna che nel Cusio.

Considerato che, partendo dall'ipotesi dell'ospedale unico proposta allora dal Presidente della Provincia Dr. Ivan Guarducci, ed attraverso varie vicissitudini oggi la RegionePiemonte sembrerebbe agire per addivenire alla realizzazione dell'ospedale unico del Vco nel sito di Ornavasso.

Acclarato che nel 2005 si era paventata fortemente l'ipotesi della chiusura dell'ospedale "Madonna del Popolo" di Omegna e che solo grazie ad alcune persone, tra le quali Teresio Piazza e il dottor Vannini, venne trovata la soluzione del partenariato pubblico privato con la realizzazione del Coq.

Ricordato che in merito alla stabilizzazione del Coq nel 2012 l'Amministrazione Comunale aveva approvato un atto di indirizzo in tal senso e che nel luglio 2015 il consigliere Songa aveva portato la questione in Consiglio Comunale

Rammentato che la soluzione del Coq, importante ed efficace esperienza di gestione sanitaria, è a tutt'oggi in attesa di una definitiva stabilizzazione da parte della Regione Piemonte, nonostante ci siano documenti approvati negli anni scorsi dal Consiglio Regionale del Piemonte che ne chiedono la veloce adozione.

Preso ulteriormente atto che nel novembre del 2015 il Consiglio Comunale di Omegna approvava il protocollo d'intesa per la costruzione dell'ospedale nuovo dall'Asl Vco, tale documento poneva questioni di ordine urbanistico (nel merito della valorizzazione ed alienazione degli ospedali Castelli e San Biagio) ai Comuni di Verbania e Domodossola ma non ad Omegna.

Assodato che nel corso della passata Amministrazione Comunale l'atteggiamento del Sindaco dell'Asl Vco non è stato certamente svolto a difesa del mantenimento dei servizi ad Omegna e nel Cusio, ad incominciare dalla mancata difesa del Pronto Soccorso dell'ospedale di Omegna.

Premesso tutto questo e preso atto delle forti preoccupazioni sia per la stabilizzazione del Coq sia per il mantenimento dei servizi sanitari e di assistenza nel territorio cusiano.

IMPEGNA

L'attuale Sindaco di Omegna a farsi interprete presso la Regione Piemonte ed in particolare con il Vice Presidente Reschigna e l'Assessore alla sanità Saitta,

  • perchè si arrivi presto alla stabilizzazione del Coq

  • si proceda in una linea d'azione volta al mantenimento di tutti i servizi sanitari oggi operanti sul territorio cusiano

  • si avvii un processo di confronto con il territorio in merito alla riforma della medicina territoriale con particolare riferimento al progetto "Casa della salute"

  • ci si attivi con tutti i soggetti interessati per addivenire alla riapertura notturna ed al potenziamento del Pronto Soccorso dell'ospedale di Omegna.

Questo il testo integrale che il gruppo di Fratelli d'Italia non ha ritirato, da qui l'accusa di "Omegna si Cambia!", e che è stato votato con 9 voti favorevoli e 6 astenuti.

 

 

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.