1

via realini

GRAVELLONA TOCE-18-12-2017- Con la costituzione martedì 12 dicembre ad Arona, del Comitato dei sindaci a sostegno dei pendolari e del territorio serviti dalle 4 linee ferroviarie Domodossola-Milano, Arona-Novara e Santhià, si potrà dare voce alle molte problematiche che da decenni i cittadini lamentano nei confronti della società di Rfi, responsabile dell’infrastruttura ferroviaria. Del neo Comitato dei sindaci delle 4 linee ferroviarie, fa parte anche la città di Gravellona Toce e, proprio nei giorni scorsi, molti cittadini hanno segnalato al primo cittadino Gianni Morandi, l’annoso e persistente problema sui ritardi del passaggio a livello in via Realini. Il disagio si crea più volte al mattino e nel primo pomeriggio, a causa l’abbassamento delle sbarre ferroviarie, per un’attesa tra i 15 e 20 minuti d’orologio, impedendo di fatto il traffico per gli autoveicoli pesanti e cassonati. Il tema d’apertura e chiusura delle sbarre in via Realini, come quello per le vibrazioni e il rumore dovuto al passaggio dei treni merci, è un vecchio problema, già affrontato invano dalle varie amministrazioni che fin qui si sono avvicendate. Il sindaco Morandi, nei giorni scorsi sollecitato sulle problematiche e disservizi della tratta ferroviaria, ha dichiarato che saranno sottoposti all’attenzione di Rfi, i temi relativi all’attesa dell’apertura delle sbarre ma, anche, alla problematica del rumore e la velocità dei treni merci che attraversano i centri abitati. Sulla questione più sentita dai gravellonesi, il sindaco ha commentato: “Il problema dell’attesa con le sbarre chiuse non è tanto per le auto che possono passare nel sottopasso di via Liberazione ma per le ambulanze, i camion dei pompieri e gli scuolabus che sono costrette ad andare fino a Santa Maria, in territorio di Casale Corte Cerro”. Sempre il primo cittadino Morandi, ha sottolineato: “Il neo Comitato dei sindaci, costituito ad Arona, si pone l’obiettivo di affrontare le diverse problematiche dal rumore, alle vibrazioni, ai confort sui treni dei pendolari, agli orari e la chiusura dei passaggi a livello”. I gravellonesi, appreso della notizia di costituzione del Comitato dei sindaci delle 4 tratte ferroviarie, nato allo scopo di dare una maggiore voce ai tanti disservizi che quotidianamente cittadini e pendolari subiscono, al momento rimangono molto scettici sulla riuscita di ottenere le giuste risposte da parte della società Rfi.

G.P.C.

 

 

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.