1

biblioteca omegna

OMEGNA- 13-12-2017- Le abitudini da cui piace dipendere è il libro di Maurizio Fea che verrà presentato venerdì 15 dicembre, alle ore 17, presso la Biblioteca Civica Gianni Rodari di Omegna, anche grazie alla collaborazione con ASL VCO, Azienda Sanitaria Locale del Verbano Cusio Ossola. Testo integrante della Collana Clinica delle dipendenze e dei comportamenti di abuso edita da FrancoAngeli, il volume si concentra sull’elevato valore adattivo delle abitudini definite come utili “a lasciare libere risorse cognitive per svolgere al meglio compiti più complessi, come la soluzione di problemi imprevisti”, ma minate dalla contemporaneità, che ne sta erodendo l’efficacia adattiva. Lungi dal parlare di dipendenze intese come patologie, il libro di Fea si concentra sul successo dell’intreccio di abitudini, tecnologia e mercati e sugli effetti prodotti sulla quotidianità di ciascuno di noi. Come riferito dall’autore stesso: «Abitudini e scelte riguardano tutte le persone e non è continuando a delegare alle competenze specialistiche fornite dalle diverse discipline scientifiche e umanistiche che si risolveranno i problemi della nostra società. Oltre alle regole - che possono servire se sono chiare, oneste, efficaci perché applicabili - serve proteggere e potenziare la capacità critica dei singoli individui per fronteggiare le derive problematiche generate dal connubio tra mercato, tecnologia e propensione umana alla gratificazione». A discuterne venerdì 15 dicembre, insieme all’autore, ci saranno Roberto Neri, medico ed ex Primario del SERT dell’ASL VCO, e Mauro Croce, psicologo, psicoterapeuta, responsabile Servizio Educazione alla Salute presso il medesimo Distretto Sanitario e socio fondatore di Alea, Associazione per lo studio del gioco d’azzardo e dei comportamenti a rischio. Come riferito da Roberto Birocco, Direttore della Biblioteca Civica “G. Rodari” di Omegna: «La presentazione del libro del medico psichiatra Maurizio Fea, vuole essere il primo di una serie di futuri incontri pensati dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Omegna in collaborazione con la nostra struttura sull’influenza della tecnologia nelle relazioni e nelle vite di tutti noi. Facendoci accompagnare da esperti in diversi campi cercheremo di definire una mappa delle potenzialità, delle criticità e delle dipendenze insite nei nuovi strumenti di comunicazione». Come puntualizzato da Sara Rubinelli, Assessore alla Cultura del Comune di Omegna: «Nelle scienze comportamentali il fenomeno della dipendenza si presenta in tutta la sua complessità: un problema personale spesso acuito da eventi esogeni e di sistema. Oggi si deve parlare di dipendenze e spiegare cosa siano e come prevenirle perché a rischio siamo un po’ tutti. Per il 2018, insieme a Roberto Birocco, lavoreremo su questo tema per integrarlo in un programma culturale ed educativo per il nostro territorio. Ringrazio l’autore, ASL VCO e gli organizzatori per l’importante iniziativa».

 

 

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.