1

20171129 191314

GRAVELLONA TOCE- 30-11-2017- C’è molta attesa in città per la presentazione del nuovo libro di Enrico Magistris: “L’Oro e la Cenere” che racconta il viaggio fatto in India nel 2011, l’anno in cui avvenne il tragico e triste incidente sulle acque internazionali cui rimasero coinvolti i nostri Marò, ancora oggi irrisolto. L'autore tocense Enrico Magistris è un docente che insegna storia dell’arte presso l’istituto comprensivo Galileo Galilei di Gravellona Toce, svolge la professione di architetto e va annoverato come un grande viaggiatore. E’ un personaggio molto noto e benvoluto in città, negli anni passati ha scritto diversi articoli per la rivista “Le Rive” e un’opera a più mani sul Castello del Motto, per l’associazione archeologica culturale “Felice Pattaroni”. Inizia nel 2013 con “L’Iguana Blu”, edito da Buck Edizioni e due anni dopo nel 2015, “L’Oriente dove tramonta il sole”, scritto a quattro mani. Ora con il nuovo libro, “L’Oro e la Cenere”, Magistris racconta il suo grande viaggio nell’estremo Oriente. Un mondo quello visitato dove per molti secoli hanno regnato i sultani, imperatori e imperatrici, re principi e i Maharaja, talvolta anche sanguinari che opprimevano i sudditi, senza tralasciare di descrivere il periodo in cui al potere giunsero gli inglesi e la Compagnia delle India. Viaggi, come ha scritto nella quarta di copertina del libro: “In giro per il Rajasthan, con la famiglia e amici, in viaggio sospeso tra il brivido della scoperta e l’emozione del ricordo”. Il terzo libro “L’Oro e la Cenere” che, consta di ben 270 pagine fitte, sarà presentato martedì 5 dicembre alle ore 20.30, presso la biblioteca civica di Gravellona Toce, F. Camona, in corso Roma 15.

G.P.C.

 

 

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.