1

rainold pinocchio legno

VALLE STRONA- 24-08-2017- Il Pinocchio più grande delle Alpi? E’ in Valle Strona, a Sambughetto, all’alpe Collapiana (969 m). Qui, in un alpeggio che guarda la valle, Pierangelo Rainoldi ha scolpito in un tronco di ciliegio un Pinocchio alto quattro metri. Il naso guarda la montagna, ma i piedi sono ancorati alle radici dell’albero in cui è stato scolpito. Pierangelo Geppo Rainoldi (classe 1950)  se ne intende. Per tutta la vita ne ha prodotti a milioni e oggi, libero montanaro in pensione, ha lasciato ai figli Cristian e Giovanna l’azienda “C2” che, nella zona industriale di Gravellona Toce, ne produce oltre 100.000 ogni anno di ogni forma e dimensione, dai pochi ai 190 cm. “Oggi produrre Pinocchi richiede la tornitura a machina meccanizzata, ma tutti vengono dipinti a mano uno ad uno. Il mercato americano, con la congiuntura favorevole del dollaro, ne assorbe almeno 500.000.” Racconta Geppo mentre guarda il “suo” Pinocchio: per realizzarlo ha costruito un’impalcatura di legno di betulla per lavorare di motosega. Il Pinocchio di Collapiana (a quasi mille metri crescono alcuni gambi di uva “americana bianca” curati con amore in ambiente estremo) racconta un’Italia che crede ancora nel lavoro ben fatto, in un artigianato che resiste, in alpeggi abbandonati che rinascono. Il lungo naso del Pinocchio di Collapiana diventa un nuovo simbolo di verità e di speranza. 

 

pinocchio legno 1

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.