1

empolesi nigoglia

OMEGNA-19-06-2017- Compatto e unito il gruppo di “Omegna, si cambia!” si presenta nuovamente alla stampa scegliendo di farlo, non a caso, dopo la scadenza dei termini per eventuali dichiarazioni di apparentamento alle liste che sostengono i due candidati sindaco protagonisti del ballottaggio.  “E’ vero, abbiamo perso le elezioni ma raccolto più voti delle altre liste civicherispetto alla media nazionale; noi non abbiamo partiti politici alle spalle, ci siamo costituti ex novo. E malgrado il risultato, noi non abbiamo fallito. Anzi tutt’altro”. Empolesi a distanza di una settimana, ha digerito un po’ la sconfitta e aggiunge: “ I cittadini hanno fatto la loro scelta. Certo siamo rimasti male, quando abbiamo appreso il risultato, non lo nego. Ma noi siamo rimasti fedeli a quanto detto da sempre: Non ci apparenteremo con nessun partito politico. Attendiamo i risultati di domenica e vedremo come proseguire”. Da parte delle coalizioni che andranno al ballottaggio ci sono stati contatti che però non hanno portato a nessun accordo. “Tutti molto corretti- ha precisato Augusto Quaretta, in lista con  Empolesi. E noi abbiamo risposto altrettanto correttamente. Mi permetto di suggerire a chi vincerà queste elezioni, di riflettere su un dato: l’assenza alle urne di 6.400 votanti”. Dopo le coalizioni di centro sinistra e centro destra le due liste civiche che sostengono Empolesi rappresentano il terzo partito. Se vincerà le elezioni Paolo Marchioni, saranno due i componenti che potranno entrare ad occupare i banchi di minoranza; Empolesi e Lucia Camera. Se invece vincerà Maurizio Frisone entrerà solo Empolesi. Qualunque sia il risultato Empolesi non ha dubbi: “ Lo dirò da subito, al primo  Consiglio comunale, che non ho nessuna intenzione di seguire nulla che non riguardi Omegna. Non ho più intenzione di perdere tempo com’è avvenuto in passato in tanti Consigli comunali. Poi chiederò la diretta Tv perché voglio che tutti i cittadini sappiano cosa avviene in Consiglio comunale. Io rappresenterò un gruppo ( da solo o con Lucia Camera a seconda di quale sarà il risultato), che è orgoglioso e responsabile allo stesso tempo. Abbiamo lavorato tanto e   Faccio mia una frase di Giovanni Falcone: “Che le cose siano così, non vuol dire che debbano andare così. Solo che quando si tratta di rimboccarsi le maniche ed incominciare a cambiare, vi è un prezzo da pagare. Ed è allora che la stragrande maggioranza preferisce lamentarsi”. (l.p.) 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.