1

medicisenzafrontiere270

ALZO – 16.11.2016 - Un folto pubblico ha partecipato alla serata di presentazione e testimonianza- organizzata dal gruppo “Isole nella corrente” presso il salone dell’oratorio di Alzo di Pella, -dell’infermiera Maria Grazia Mainardi, operatrice umanitaria di Medici Senza Frontiere, la famosa organizzazione internazionale che ha ricevuto il premio Nobel nel 1999 per le attività di soccorso sanitario ed assistenza medica. Durante l’incontro, la relatrice ha ripercorso la sua decisione di entrare nell’organismo nel 2012 e le tante missioni umanitarie svolte: in Sudan del Sud, Yemen, Repubblica Centroafricana, Gaza ed in Liberia. Con l’aiuto di immagini e di filmati Mainardi ha ripercorso anche la situazione economica e sociale dei paesi a cui ha portato soccorso descrivendo anche le situazioni critiche, salite agli onori della cronaca, come l’epidemia di Ebola in Sierra Leone con la descrizione dei rigidi protocolli utilizzati per evitare il contagio. Tante le domande nate a conclusione della relazione che hanno mirato a comprendere più a fondo quanto sia difficile vivere lontano dagli affetti per mesi e solo grazie a motivazioni molto forti si riesca a svolgere il compito assegnato. Quando giunge il momento di rientrare dalla missione, secondo l’operatrice, si percepisce la convinzione di aver lasciato un piccola parte di se alle popolazioni soccorse. Guarda il video qui. (s.p.)

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.