1

fischietto generico calcio
OMEGNA – 31.03.2016 – Si gioca ai tempi supplementari

di fronte alla giustizia sportiva la partita tra Omegna e Accademia Borgomanero categoria Juniores disputata il 19 marzo. Gli agognini hanno presentato ricorso contro la doppia sconfitta a tavolino decretata dal giudice sportivo dopo che l’arbitro ha interrotto anzitempo la partita perché impossibilitato a portarla a termine in un clima di tensione. Il fatto “incriminato” è accaduto nel finale, con l’Accademia avanti 4-2 e beneficiaria di un calcio di rigore fischiato per fallo da ultimo uomo. Il difensore che l’ha provocato s’è alzato e è venuto a contatto con l’attaccante avversario, innescando un parapiglia concluso con il triplice fischio e l’intervento dei carabinieri sollecitato dal direttore di gara.

Il giudice sportivo ha sanzionato questi fatti dando partita persa a entrambe le squadre, ma l’Accademia non ci sta e contesta la ricostruzione. “I nostri ragazzi hanno avuto un atteggiamento corretto e hanno affrontato con responsabilità il momento di tensione che si è venuto a creare raccogliendosi a centrocampo una volta che il direttore di gara ha sancito la sospensione della partita e facendo sì che tutti i presenti defluissero dal terreno di gioco”. “Una decisione ingiusta – dichiara il presidente del sodalizio borgomanerese Giancarlo Vezzola, annunciando il ricorso –: sono rimasto sorpreso e molto amareggiato da queste sanzioni”. Per l'Accademia l'estraneità ai fatti è dimostrata dall'atteggiamento dei giocatori e dal fatto che nessuno ha subito squalifiche. L'auspicio è la revisione della sentenza.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.