1

marrone coq
OMEGNA – 17.03.2016 – “Non trattiamo”.

La segreteria cittadina del Pd sul Coq ha le idee chiare. Non vuole trattare e respinge al mittente (la Regione) ogni novità che riguarda la sanità cusiana fino a quando non sarà pronto l’ospedale unico. Le polemiche sulla chiusura notturna del Pronto soccorso e l’allarme dell’amministratore del Centro ortopedico di quadrante si scontrano con una posizione ferma del Pd. La segreteria guidata da Alessandro Rodinelli ricorda che sulla sanità Omegna ha già dato: “è stata la prima a subire le scelte di razionalizzazione del proprio ospedale; a rinunciare all’Ospedale generale di zona; a scegliere un percorso sperimentale di collaborazione tra pubblico e privato, utile a garantire un futuro (anche se diverso da quello di un Ospedale), alla struttura sanitaria presente nella propria Città; a prendere posizione in favore di un Ospedale unico per la Nostra Provincia, più di 10 anni fa; a avere un centro di specializzazione in Ortopedia, utile ad attirare persone anche da fuori; a coinvolgere la cittadinanza in una grande manifestazione, in difesa della propria struttura ospedaliera, a cui parteciparono più di 3.000 persone (1998)”.

Rifacendosi al documento approvato all’unanimità dal Consiglio comunale i democratici invitano esplicitamente il loro sindaco, Maria Adelaide Mellano, a “difendere nelle sedi opportune la difesa dei servizi in essere presso l’ospedale di Omegna, ricordandole, che il suo ruolo, è quello di rappresentare gli interessi della nostra città”. Sollecitando un confronto con Asl e Regione, giunge anche l’invito a evitare posizioni demagogiche e, nell’ottica dell’ospedale unico, a sospendere ogni decisione finché il nosocomio di Ornavasso non sarà funzionante.

Oggi, intanto, in città è arrivato Maurizio Marrone (nella foto), capogruppo in Consiglio comunale a Torino per Fratelli d’Italia e dirigente regionale del partito. Accompagnato dal consigliere comunale Mattia Corbetta, dall’ex Luigi Songa e da Stefano Strada della Lega Nord, ha visitato il Coq impegnandosi a sostenere le esigenze della sanità cusiana. 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.