1

osp omegna 16
OMEGNA – 16.03.2016 – Prima il Pronto Soccorso,

ora l’intero ospedale. Su quale sarà il futuro dell’ex Madonna del Popolo, ora Coq – Centro ortopedico di quadrante, si torna a discutere e si levano allarmi preoccupati e rassicurazioni. A far emergere i problemi e le fosche prospettive della struttura è stato l’amministratore del Coq Gianmaria Battaglia, che ha rivelato come la Regione abbia chiesto di chiudere i servizi di medicina e day surgery. Una decisione che, limitando l’attività del Coq alla sola ortopedia, ne ridurrebbe la redditività mettendola a rischio.

Dichiarazioni che oggi hanno sollevato immediate reazioni politiche. Quella del vicepresidente della Regione Aldo Reschigna, unico rappresentante a Torino del Vco, è lapidaria: “l’allarme è immotivato”. Reschigna spiega di aver parlato con direttore della Sanità regionale Moirano e che a breve ci sarà un incontro per “trovare una più chiara collocazione del Coq nella organizzazione sanitaria del Vco, in modo da evitare sovrapposizioni”.

Di sovrapposizioni parlano anche l’assessore alla Sanità Antonio Saitta e il direttore generale dell’Asl Vco Giovanni Caruso, che ricordano come il Coq sia nato solo come struttura ortopedica.

Il nodo del problema sta tutto lì, nel limbo in cui ha vissuto il Coq. Nato nel 2002 come società a maggioranza pubblica (51%) ma socio di minoranza privato (49%) per scongiurare la chiusura dell’ospedale di Omegna, negli anni s’è “allargato” a altre specialità, offrendo anche servizi concorrenziali a quelli dell’Asl. Ora che s’impone la revisione della rete sanitarie, quel surplus viene tolto dalla Regione, con il disappunto naturalmente del socio privato (un gruppo australiano che l’ha rilevato dai francesi della Gènèrale de Santé).

E è al privato che si rivolgono Saitta e Caruso chiedendo di “evitare inutili allarmismi” perché “l’ospedale non verrà chiuso” e invitandoli alla “collaborazione”. Due settimane fa era stata convocata una riunione – riferiscono – alla quale la parte privata non s’è presentata.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.