1

dormitorio generico
OMEGNA – 26.02.2016 – Un dormitorio

anche per Omegna. Lo chiedono i gruppi di minoranza in Consiglio comunale, autori di una richiesta – firmata dal leghista Stefano Strada e da Mattia Corbetta di Fratelli d’Italia – al sindaco Maria Adelaide Mellano per studiare, insieme ai servizi sociali e alla Caritas, la possibilità di una struttura per soggiorni temporanei di chi vive nell’emergenza abitativa e non ha una casa. L’idea è quella di un dormitorio con una decina di posti per persone singoli o anche per pochi nuclei familiari che fornisca anche un pasto caldo e che, in cambio del vitto e dell’alloggio, possa coinvolgere gli ospiti nella gestione ordinaria o in altri lavori di pubblica utilità.

A fianco della casa, la richiesta è quella di favorire nell’inserimento lavorativo le persone in emergenza abitativa. E le risorse per il dormitorio? La risposta Lega e Fratelli d’Italia la trovano a Crusinallo, nelle ex scuole adibite a centro di accoglienza: si usi l’affitto di quei locali. 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.