1

ispettorato lavoro
OMEGNA – 10.02.2016 – È di 563 ispezioni e 257 sanzioni

il bilancio 2015 della direzione territoriale del Lavoro. L’ufficio retto da Angelo Serina che ha come collaboratori il dottor Diego Fornara, la dottoressa Domenica La Rosa e che s’avvale di 14 ispettori di cui tre appartenenti all’Arma dei carabinieri con a capo il maresciallo Nicola Travaglini, nel corso dell’anno appena concluso ha svolto 563 accertamenti perlopiù nel settore del terziario (67%), dell’edilizia (21%) e dell’industria (11%). Sono state riscontrate 257 irregolarità e vagliate 433 posizioni di lavoratori non in regola. Di questi, 164 erano in nero (uno anche minorene) e 72 cosiddetti “grigi”. È stato scoperto anche un lavoratore extracomunitario privo di permesso di soggiorno. Sono state sanzionate 44 imprese, con 95 violazioni nell’orario e 53 sulla disciplina dei trasporti, 23 infrazioni alle norme della sicurezza negli ambienti di lavoro. I contributi previdenziali e i premi Inail evasi sono risultati superiori a 5 milioni di euro. Dalle sanzioni amministrative lo Stato ha incassato 336.771,52 euro.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.