1

etilometro generico
OMEGNA – 07.02.2016 – Potrebbe essere l’etilometro

non revisionato la salvezza di Chistian De Giuli, automobilista al quale la giustizia reclama il ritiro della patente per guida in stato di ebbrezza. Il caso, discusso nei giorni scorsi in tribunale a Verbania, è stato aggiornato dal giudice al mese prossimo per verificare se, come ipotizzato dall’avvocato difensore dell’uomo, Massimo Giro, l’apparecchio che misura il tasso alcolico fosse stato regolarmente revisionato. I fatti risalgono alla vigilia di Natale di due anni fa. De Giuli, transitando in via IV novembre a Omegna, urtò un’Audi in sosta ma non si fermò. Fu rintracciato poco dopo sul posto di lavoro dalla polizia, avvisata nel frattempo dal proprietario dell’Audi. Gli agenti lo sottoposero a alcoltest e risultò oltre tre volte sopra la soglia di 0,5, facendo scattare le sanzioni più gravi, tra cui la revoca della patente. Sottoposto a decreto penale di condanna, De Giuli ha presentato ricorso sostenendo, appunto, i dubbi sull’etilometro, ma anche fornendo una giustificazione, cioè che aveva bevuto alcolici solo dopo l’incidente, in un brindisi con gli amici.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.