1

bertolazzi matteo
OMEGNA – 28.01.2016 – Un omaggio doveroso, scontato.

Sono passati più di due anni dalla prematura scomparsa di Matteo Bertolazzi e nell’ambiente della Paffoni – società e tifosi – il ricordo dell’ex capitano rossoverde è ancora vivo, vivissimo. Era il 2012 quando il playmaker emiliano annunciò il suo improvviso ritiro per combattere la sua partita più difficile, quella contro la leucemia che gli era stata diagnosticata. Interrotta l’attività, Matteo tornò a Parma per curarsi e nel settembre dell’anno successivo morì a soli 34 anni. Da sabato prossimo il suo nome sarà ricordato in casa Fulgor in abbinata ai tifosi omegnesi, che gli hanno dedicato la curva del palasport di Verbania. L’intitolazione avverrà sabato sera prima della palla a due di Paffoni-Casale.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.