1

corta neonato ospedale parto

OMEGNA- 12-01-2016- All’interno della normale programmazione

di confronto con gli operatori si è tenuto oggi l’incontro sui due punti nascita dell’Asl Vco. All’incontro hanno partecipato i dirigenti ed operatori del Dipartimento Materno Infantile, i Direttori dell’Anestesia e della Medicina e chirurgia d’urgenza, il Rappresentante del Country hospital pediatrico, la Direzione Sanitaria Ospedaliera, il Responsabile SITRPO, i Direttori dei Distretti e la Direzione Generale per valutare i dati conseguiti nel corso dell’anno 2015 e per definire gli obiettivi dell’anno 2016.

Nel corso della discussione sono state affrontate tematiche organizzative e gestionali, anche alla luce del nuovo Atto Aziendale approvato in modo definitivo dalla Regione Piemonte, oltre all’applicazione dei protocolli operativi per continuare a garantire nelle migliori condizioni possibili la qualità dei servizi erogati. E’ stato inoltre evidenziato, anche in considerazione di quanto accaduto in alcuni ospedali italiani negli ultimi giorni dell’anno 2015, come in questa Azienda Sanitaria grazie all’impegno del complesso del personale si è lavorato con costanza per ricercare un servizio di qualità e di massima attenzione alle puerpere e ai neonati.

Sono state evidenziati alcuni aspetti che rappresentano livelli di criticità quali il numero del personale e il non sempre adeguato livello professionale per affrontare i momenti di emergenza o urgenza che possono presentarsi; la non soddisfacente integrazione e coordinamento tra le Aree territoriali e ospedaliere in alcuni specifici ambiti professionali; la difficoltà a sostenere l’organizzazione dei due punti nascita anche in relazione alla nuova normativa connessa all’orario di lavoro entrata in vigore il 25 novembre; il non completo inserimento dei dati di attività che penalizza non solo il giudizio sulle strutture ma determina un fattore negativo per l’implementazione del personale.

La Direzione Generale ha già avviato le procedure per garantire l’adeguato numero di personale sia con procedure di assunzione sia con convenzionamenti con altre Aziende sanitarie.

Nell’ambito degli obiettivi 2016 saranno assegnati ai Servizi interessati sia lo sviluppo delle relazioni tra Territorio ed Ospedale sia la garanzia della completezza dei dati di attività

’ stato infine convenuto che sarà attivato una verifica specifica del percorso nascita aziendale per individuare in modo analitico gli specifici problemi di natura organizzativa e gestionale.

Il prossimo 18 gennaio è previsto un incontro del Dipartimento Materno Infantile con le Associazioni ADMO e D.O.M.O. e la Direzione Generale per approfondire e migliorare le procedure relative alle donazioni di sangue da cordone ombelicale a favore del centro di raccolta dell’Ospedale Sant’Anna di Torino.

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.