1

forum parco
OMEGNA - 19.11.2015 - Il progetto “Borgo della comunità”

sta prendendo forma e nei prossimi giorni, annuncia il sindaco Maria Adelaide Mellano, verrà presentato agli omegnesi. "A breve - spiega - convocheremo i cittadini affinché possano prenderne visione, anche se peraltro è già stato illustrato nel corso dell'ultimo Consiglio comunale, ed esprimere le loro valutazioni attraverso un questionario che distribuiremo loro. Stiamo decidendo una data che possa andare bene a tutti i soggetti che interverranno nell'operazione, ma l'intenzione è di organizzare questo momento in tempi rapidi".

Intanto nei giorni scorsi è già stato esposto agli architetti Alessandro e Francesco Mendini di Milano che negli anni Novanta del XX secolo avevano realizzato la struttura del Forum. La loro valutazione è stata positiva. Il progetto è destinato a cambiare il volto del capoluogo dell'Alto Cusio. "I due professionisti - aggiunge - sono concordi sulla necessità di un'iniziativa alternativa per questo complesso. Quegli spazi, infatti, erano stati concepiti e disegnati in un contesto socio-culturale completamente diverso rispetto a quello di oggi. Proseguire su quella strada significa portare il Forum alla morte. È necessaria una svolta per adeguarlo ai tempi nei quali viviamo». La condivisione di Alessandro e Francesco Mendini riguarda sia gli aspetti sociali ("che, non dimentichiamolo, sono il motivo principale per cui la fondazione Cariplo ha accettato di concedere il finanziamento", così ancora il primo cittadino), che quelli pratici con alcuni aspetti, "che spiegheremo meglio nell'incontro con la popolazione, che hanno suscitato - conclude - particolare interesse. In ultima analisi, poi, i due architetti hanno rilevato come le modifiche da noi ipotizzate non alterino in nessun modo il profilo armonico del Forum; anzi, s'inseriscono in maniera complementare. Lo sviluppo che si avrà una volta terminati i lavori conferirà al nostro Comune una nuova dignità. Seguendo la dorsale naturale della città, infatti, ridisegneremo il tratto che dal lago segue la Nigoglia, due ambienti che contribuiscono a dare a Omegna un segno di distinzione che altre realtà non possono vantare".

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.