1

paffoni 14 11 2015
OMEGNA - 14.11.2015 - Si sono affrontate così tante volte,

playoff compresi, che per la sfida fra Casalpusterlengo e Omegna si può scomodare la definizione “El clasico”. La gara si giocherà domani, domenica 15, alle 18 al palasport di Codogno. E in quell'occasione il pensiero di tutti andrà anche a quella serata di settembre, al torneo di Manerbio, quando l'ala dell'Assigeco Alessandro Pagani si accasciò a terra durante la gara con Brescia. Momenti drammatici per fortuna superati. La truppa rossoverde grazie a due successi di fila s'è ormai lasciata alle spalle il suo inizio di stagione contraddistinto da cinque sconfitte. L'ala dei lacuali Andrea Casella dice: "Era molto importante sbloccarsi. Ora il clima è molto più positivo, perché quando vinci capisci che tutto quello che hai dato in campo è servito a qualcosa. Ma non si è fatto ancora niente...".

I lodigiani, invece, dopo aver battuto Roma e Agrigento hanno incassato una pesante sconfitta (99-74) a Trapani. L'incontro con i lombardi lo presenta Loris Barbiero, vice allenatore della Fulgor: "Quella con Casalpusterlengo sarà una partita difficile, perché è la terza in otto giorni e sicuramente la stanchezza soprattutto mentale sarà una componente da tenere ben presente. Poi sarà un match in cui noi dovremo sfruttare l’energia positiva che abbiamo accumulato grazie a queste due affermazioni".

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.