1

muro borgo due
BORGOMANERO - 13.11.2015 - È stato subito “battezzato”

“il muro della borgomaneresità”. Una serie di disegni, che raffigurano le principali caratteristiche del capoluogo del Medio Novarese, sono stati realizzati sul muro di cinta, in via Piovale, del Centro di formazione professionale Enaip diretto da Luisa Bagna. L’idea è partita da due studenti, Alberto Gazzineo e Yevheniy Vakalyuk. Hanno tracciato i bozzetti e poi la tavolozza dei colori è passata nelle mani di Efrem De Marchi, titolare di una ditta di restauri a Bellinzago, che, nell’arco di poco tempo, ha tracciato sul muro lo stemma, la statua dell'Immacolata di piazza Martiri, la Sciora Togna con la fedele Carulena e la collegiata dedicata a san Bartolomeo. Non manca l'isola di San Giulio, ma solo per ricordare la leggenda dei 13 orchi che, reduci da un pellegrinaggio, si fermarono nella piana e lì diedero vita a Borgomanero. Il sindaco Anna Tinivella ha anche consegnato delle borse di studio a Nadiya Slyusarchuk, Veronica Pirchio, Jasmine Pavanello, Sabrina Deagostini, Stefania Garbo, Martina Gatta, Sara Girardi, Jennifer Filippini, Vittoria Mazzola, Debora Ravizzotti, Marco Tacca, Djiby Traore, Andrea Rabozzi, Lorenzo Sanna, Luigi Cerutti, Davide Lazzaro, Mijlosh Zonca e Nicola Pastore.

muro_borgo_due.jpgmuro_borgo.jpgmuro_borgo_tre.jpg

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.