1

ospedale generico
BORGOMANERO - 11.11.2015 - "Se il nuovo piano aziendale

verrà adottato nell'attuale configurazione, si andrà verso un irreversibile impoverimento dell'offerta sanitaria ospedaliera e assistenziale sul territorio". Così scrivono in una nota i sindaci di Borgomanero (Anna Tinivella) e Soriso (Augusto Cavagnino), e Dario Piola e Giulio Frattini, rispettivamente presidenti dell'assemblea degli amministratori del distretto sanitario di Borgomanero e di quella del Consorzio socioassistenzìale. Nella presa di posizione vengono illustrate le ragioni alla base del dissenso: "Innanzitutto l'assoluta mancanza di riscontri da parte dell'assessore regionale alla Sanità rispetto alle più volte segnalate problematiche del territorio: dai tagli previsti all'ospedale di Borgomanero all'assegnazione di una quota capitaria che è la più bassa di tutto il Piemonte e che non tiene conto dei residenti in comuni novaresi assegnati alle Asl di Vercelli e Vco. Ma questi si rivolgono comunque al “Santissima Trinità” i cui posti letto sono inoltre penalizzati da un numero eccessivo di quelli di riabilitazione presenti in altre strutture". Ribadita, quindi, la richiesta di un incontro con Antonio Saitta "nella certezza che anche le problematiche del territorio novarese verranno affrontate e condivise con i sindaci così come sta accadendo ed è già accaduto per altre realtà piemontesi".

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.